Al via la collaborazione con Paolo Gioia, Guida di Mountain Bike e fondatore di Ghiaia-Micro avventure in bici, il sito per partecipare a tour di uno o più giorni in sella alla propria bici.

 

Sei pronto a partire?

Allacciamo la borsa al sottosella, le barrette le mettiamo nella tasca comoda, macchina fotografica e cellulare carichi, non resta che spingere sui pedali
e iniziare un’avventura. A noi non importa andare a tutta velocità,
meglio mantenere una velocità di crociera che ci faccia godere del paesaggio
e sentire le emozioni che il territorio ci regala.

 

Paolo organizza veri e propri tour in Lombardia su strade Gravel o a bassa percorrenza di auto di una giornata oppure realizza percorsi di più giorni. Tutto avviene in sella alla propria bici per gustarsi il piacere di pedalare in tranquillità e ammirare il paesaggio. Non è una gara, ma un viaggio, un percorso turistico.

Siamo felici di collaborare con Paolo che va in sella alla nostra Ghiaia Gravel in stile vintage.

Qui il sito con tutte le informazioni: www.ghiaiagravel.com

Vogliamo mostrarvi quali sono i passaggi di produzione fondamentali per realizzare un telaio DRALI.


 

Noi realizziamo i nostri telai artigianalmente in Italia, così come i DRALI hanno sempre fatto.

La prima cosa da fare è scegliere le congiunzioni, a scelta si possono aggiungere le iniziali.

 

 

 


 

A volte, i tubi di un telaio vengono saldati tra loro con l’ausilio di congiunzioni.

 


 

I passaggi subiti successivi sono la lucidatura e la cromatura. Nelle foto potete vedere il telaio di una Pokerissima che viene lucidata.

 

 


 

Ecco i telai verniciati e pronti per essere portati in negozio.

 


 

Finita l’asciugatura, si aggiunge il logo DRALI ed eventuali altre personalizzazioni.

Oltre alla realizzazione del telaio, ci occupiamo dell’assemblaggio della bici grazie alle partnership con alcuni tra i migliori fornitori di componentistica per ciclismo in circolazione.

 

NEWSLETTER: Clicca qui per visualizzare la newsletter originale

Care cicliste e cari ciclisti,

È da un po’ di tempo che non vi scriviamo, ma vi assicuriamo che non siamo mai stati fermi.

La pandemia ha bloccato tanti eventi a cui avremmo voluto partecipare o assistere. Tuttavia ne abbiamo approfittato per sistemare il negozio e per lavorare a un nuovo catalogo che presto condivideremo con voi.

La principale novità del 2021 è la new entry di Alessia Roggieri aka @alessiarogers, una giovane triatleta di Busto Arsizio che abbiamo selezionato per essere la nostra Ambassador Triathlon 2021.

Inoltre, abbiamo realizzato un nuovo telaio per la nostra squadra. Si tratta della nuova Darsena Aero, uno degli ultimi modelli della nostra collezione.

Prima di lasciarvi alla lettura delle nostre ultime novità, vogliamo augurarvi una buona Pasqua, sperando sia l’ultima di questa pandemia e che possiate viverla il più serenamene possibile.

Team DRALI


Ecco a voi Alessia!

 

 

Non abbiamo scelto a caso la nostra nuova Ambassador Triathlon 2021. Dopo un’attenta selezione durata circa un mese, abbiamo scelto lei perché ha il triathlon nel sangue.
La famiglia di Alessia è appassionata di questa multi-disciplina e lei pratica fin da quando aveva 6 anni.

Ora che ha concluso gli studi universitari in Chimica – Analisi Anti Doping, Alessia si è dedicata completamente alla sua passione sportiva, definendo i prossimi obiettivi da raggiungere e continuando a partecipare a gare di livello nazionale.

Siamo molto contenti di averla con noi e siamo ansiosi di vederla pedalare sulla nostra bici.

 


Nuovo anno. Nuovo telaio.

 

 

Come sapete, stare fermi non ci piace, nemmeno con una pandemia in corso. Tra le tante cose che abbiamo fatto e che stiamo portando avanti, c’è anche il nuovo telaio che abbiamo realizzato per la nostra squadra.

La nuova Darsena Aero è l’ultimo modello -della nostra collezione- con sezione dei tubi aerodinamici e carro basso, conferendo al telaio maggiorrigidezza e reattività. Queste caratteristiche fanno sì che sia una bici adatta per percorsi e gare veloci. Per tutti, questo modello sarà disponibile con freni tradizionali o a disco.

Le bici della squadra saranno montate con gruppo Shimano Ultegra R800, componentistica FSA Gossamer, selle e nastri manubrio della Prologo. Il telaio sarà in colorazione grigio lucido canna di fucile con forcella e carro posteriore blu elettrico.

Ovviamente, potete contattarci in qualsiasi momento, per avere la vostra Darsena Aero personalizzata secondo le vostre esigenze.

 


 

 

Questo è BPbike ed è nato con una forte impronta DRALI.
Appena possibile, vi invitiamo ad andare a farci un giro e a conoscere i proprietari.
Il negozio si trova in Via Valleambrosia 66 – Rozzano (MI)

NEWSLETTER: Clicca qui per visualizzare la newsletter originale

Cara Pedalatrice e caro Pedalatore,

le serrande sono ancora abbassate, ma noi non ci siamo mai fermati ecco perché puoi continuare a contare su di noi.

Quest’anno non possiamo mostrarvi le nostre vetrine di Natale, ma abbiamo pensato di realizzarla online dove potete vederla ovunque vi troviate.

Perciò abbiamo allestito la Vetrina di natale in questa newsletter che potete guardare quando desiderate e per qualsiasi informazione, siamo sempre a disposizione scrivendoci a info@ciclidralimilano.it.

…e se non ci vediamo Buon Natale e Felice Anno Nuovo!


DRALI DARSENA

con freni tradizionali

€ 5.200

con freni a disco

€ 5.600


DRALI DARSENA AERO

con freni tradizionali

€ 5.200

con freni a disco

€ 5.600


DRALI GHIAIA

Ghiaia in stile retrò

€ 4.000

Ghiaia in stile moderno

€ 4.000


MAGLIA DRALI by DAMA

Divisa ufficiale di Cicli Drali.
Maglia a manica corta

€ 60


MAGLIE WHITE ROADS

Maglie a manica corta con diversi disegni, originali White Roads

€ 39 cad.


Siamo chiusi, ma non siamo fermi…

Puoi contattarci per qualsiasi informazione, riparazione e per realizzare il preventivo della tua prossima bici.
Scrivici pure a info@ciclidralimilano.it o chiamaci al numero: 02 84892829

NEWSLETTER: Clicca qui per visualizzare la newsletter originale

Ciao!

Dato che sei iscritto alla nostra newsletter, hai diritto a scoprire in anteprima il nostro Black Friday prima di chiunque altro.

Trova ispirazione per la tua prossima pedalata
con uno dei prodotti in promozione.

NEWSLETTER: Clicca qui per visualizzare la newsletter originale

Pedalatori!
In questo difficile periodo storico, noi andiamo avanti per la nostra strada ed eccoci a riaprire le iscrizioni alla nostra associazione preferita.

La Amatori Drali Milano ASD è un’associazione sportiva nata per preservare la tradizione che ha avuto origine dal padre di Giuseppe, Carlo Drali, e si pone come riferimento valido per gli appassionati di ogni livello che desiderano ritrovarsi per pedalare con spirito comune.

Le iscrizioni per l’anno 2021 sono aperte e con 100 € di costo di tesseramento, avrete in cambio:

Sul nostro sito trovate tutte le informazioni per diventare soci e il modulo da scaricare e compilare:

CLICCA QUI

Noi vi aspettiamo a braccia aperte, ma a distanza! 😁

NEWSLETTER: Clicca qui per visualizzare la newsletter originale

Caro appassionato,

siamo tornati operativi dal 31 agosto e più carichi che mai!
Ti avevamo lasciato con il racconto della Via Francigena del nostro amico Emanuele. Ebbene, di seguito trovi il resto della storia e di come è andata a finire.

Ora che si avvicina il periodo di riposo delle nostre amate compagne di viaggio, potrebbe essere l’occasione per… scoprilo in fondo alla mail!

Buona lettura e buon rientro a lavoro/scuola!

Cicli Drali


Giorno 1: Genova-Levanto

100km per 1450 di dislivello passando dal passo del Bracco

Inizio dolce con un paesaggio memorabile, salita verso il passo con odori di temporale appena passato e nebbia che si alzano dal fondovalle, temperatura ottima, vera chicca della giornata il tracciato dell’ex ferrovia Framura-Levanto convertita in ciclabile, quasi tutto in galleria.

 

 

Giorno 2: Levanto-Lucca

137km, 1500 di dislivello

Sulla strada, abbiamo incontrato un altro ciclo-viaggiatore e con lui abbiamo percorso qualche chilometro insieme.

Tuttavia, siamo stati costretti a lasciarlo indietro poiché, a confronto con lui, eravamo dei Frecciarossa.

 

Giorno 3: Lucca-Ponte d’Arbia

160km, 1830 metri di dislivello

Al terzo giorno abbiamo macinato molti più chilometri che i giorni precedenti. Infatti agli ultimi 15km, alla media di 30km/h, il compagno Simone ci ha praticamente tirato il collo a entrambi.

Fortunamente, a Gambassi Terme abbiamo pedalato sotto una leggera e rinfrescante pioggiarellina.

 

Giorno 4: Ponte d’Arbia-Orvieto

124km, 2065 metri di dislivello

Meno chilometri ma più difficili. Per circa 20km abbiamo avuto il vento contro e di traverso.

Come se non bastasse, Simone e Alex si sono messi a ciucciarmi le ruote ben riparati dietro le borse!

 

Giorno 5: Orvieto-Roma – FINE

160km, 2065 metri di dislivello

Da Viterbo, Alex optò per lasciare completamente il percorso della via ciclo-frangicena fino a Roma dove riuscì a prendere anche il Testimonius (pergamena che certifica almeno 100km di percorrenza sulla via Francigena).

Noi ovviamente arrivando molto più tardi trovammo tutto chiuso per la certificazione.

 


Prima del letargo, fattela lavare da noi!

 

Non dimenticare che presso il nostro negozio abbiamo tutto quello che serve per tirare a lucido la tua compagna di avventure.
Il Drali è pronto a sistemarti la bici sotto qualsiasi punto di vista.

NEWSLETTER: Clicca qui per visualizzare la newsletter originale

 

Caro appassionato,

questa newsletter è l’ultima prima delle ferie e desideriamo chiudere questa parte dell’anno con la prima parte del racconto di un nostro caro amico, che ha percorso la via Francigena in compagnia dei suoi compagni e della sua Drali. Inoltre, ci sarà un piccolo annuncio su cosa ci aspetta da settembre in poi.

Vi auguriamo buone vacanze.

Il Drali e Team Drali


Tre uomini a zonzo lungo la via Francigena

A Giugno il nostro amico Alex suggerì un viaggio in bicicletta da intraprendere a Luglio “per cambiare aria dopo il lockdown” con le nostre Gravel. Ci eravamo dati un limite di giorni e chilometraggi giornalieri ben definiti. Alex, che è francese, desidera partire da Cannes per raggiungere, in una settimana il porto di Napoli, dove si imbarcherà per la Sicilia. Dovevamo attraversare mezza Italia con un dilemma ancora da risolvere: tutto lungo costa fino a Napoli oppure una puntatina verso l’entroterra?

 

La decisione fu presto presa. Simone e io (Emanuele) avremmo fatto volentieri da accompagnatori al francese. Luogo d’ incontro Genova, dove troveremo Alex e assieme proseguiremo fino a Roma e lo lasceremo proseguire da solo fino a Napoli. Da qui l’ altra idea che arrivò spontanea. Dopo il lungo costa ligure con le sue bellezze a strapiombo sull’azzurro mare, come si entra in  territorio toscano, ci si potrebbe innestare sul percorso della via Francigena.

 

La via Francigena deve il suo nome dai pellegrini che arrivavano dalla Francia per andare verso Roma. Il percorso è pieno di salite, ci sarà vento contro e caldo torrido, ma qui sta il bello. Poi se il mezzo è un tutto-terreno come le nostre bici gravel, lo sterrato è quanto di più bello si potrebbe sperare. Arriva luglio e al nostro appuntamento fissato presso il porto di Genova ci vede tutti e 3 riuniti con uno spirito d’ avventura comune e differenti settaggi nei nostri mezzi di trasporto.

Alex si presenta con bici gravel con  telaio e ruote in carbonio con tubolari, trasmissione Sram a 22 velocità, freni cantilever e modalità bikepaking. Simone con una gravel su misura in acciaio, dotata di trasmissione Shimano a 22 velocità, ruote con tubeless, freni a disco idraulici e bagaglio in modalità bikepaking. Anch’io ho una Gravel su misura in acciaio, ruote con copertone e camera, trasmissione Sram monocorona, freni idraulici e modalità trasporto bagagli con portapacchi e borse posteriori.

…Il viaggio inizia e il racconto proseguirà a settembre!


Andiamo in ferie, ma…

…ci stiamo già preparando per Settembre. Annunceremo alcune novità. Un indizio? Provate a indovinare dalla foto qui sopra 🙂

NEWSLETTER: Clicca qui per visualizzare la newsletter originale


Personalizzazione delle bici Drali: come funziona e il caso di Giuseppe Vicino

L’atleta Giuseppe Vicino si è rivolto a noi per realizzare una bici che rispecchiasse i suoi gusti e sopratutto le misure del suo corpo.

Quando un ciclista o un atleta professionista come Giuseppe si rivolge a noi per realizzare una bici, ci attiviamo con una serie di domande per comprendere, al meglio, le esigenze sportive e fisiche del suo futuro proprietario.

 

Una volta che abbiamo raccolto tutte le informazioni utili passiamo al progetto che realizziamo insieme al committente e al Drali stesso. Consigliamo al meglio il cliente e se ci sono richieste particolari cerchiamo di esaudirle. Per esempio, Giuseppe desiderava che il suo telaio fosse realizzato con il metodo classico delle congiunzioni.

 

A differenza dei metodi moderni, con cui si realizzano telai interi già assemblati, con le congiunzioni è possibile unire i vari componenti dando maggiore lustro al telaio finito. Ricorrendo a una forcella in carbonio, piuttosto che in acciaio come il resto del telaio, siamo riusciti a ridurre il peso finale.

 

Infine, siamo passati alla scelta dei colori. Solitamente, lo stile Drali è monocromatico: Carlo e Peppino Drali hanno sempre prediletto dare un solo colore a ogni bici. Tuttavia, su richiesta del committente, abbiamo dato vita alla prima Drali bi-colore.

 

Questo è il risultato finale: una bici unica per una persona e un atletaunico!

Un telaio totalmente personalizzato secondo le misure del suo possessore, con caratteristiche e accessori sceltiinsieme per rendere ancora più personale questa nuova compagna di avventure.

Desideri anche tu la tua bici personalizzata secondo le tue misure?

Passa a trovarci in negozio e realizziamo insieme il progetto della tua bici!

NEWSLETTER: Clicca qui per visualizzare la newsletter originale

I vincitori della Drali Milano Challenge

Ciao!
Nel caso te lo fossi perso, un paio di settimane fa abbiamo dato vita alla nostra prima sfida online. Una pedalata amichevole tenuta esclusivamente sul nostro canale Strava e ogni ciclista ha potuto partecipare da casa, senza dover uscire.
In altre parole, abbiamo dato il via alla Drali Milano Challenge e la sfida consisteva nel registrare su Strava almeno 4 ore di attività. Da quelli che ci sono riusciti abbiamo estratto due vincitori, i quali si sono aggiudicati la nostra maglia ufficiale da ciclismo.
I nomi dei vincitori sono Valeria Curnis e Arturo Zucchetti. Di nuovo, un applauso a loro!

Se desideri restare aggiornato sulla prossima challenge, ti suggeriamo di iscriverti al nostro Club su Strava, cliccando qui.

 

 In questa foto, Arturo è insieme ad Aurora del Team Asnaghi. Siamo sempre felici di incontrare i membri di questa squadra con cui collaboriamo anche quest’anno.

chevron-downarrow-rightcross-circle