Il ritorno a 89 anni del «Drali» allo Stadera.

Livia Grossi racconta sul Corriere della Sera il ritorno del Drali e l’apertura dello spazio Drali di Milano a Novembre 2018.
Di seguito un breve estratto.
L’articolo completo si trova qui: https://milano.corriere.it/notizie/cronaca/17_novembre_09/milano-ritorno-89-anni-drali-stadera-io-cavaliere-bicicletta-b175f800-c4af-11e7-92a1-d24c712a4dfa.shtml

«La bicicletta è tutta la mia vita e allora avanti, si pedala! L’89esimo compleanno lo festeggio nel nuovo negozio, vi aspetto per un amarino, “il disinfettante” come lo chiamo io».

«Il Drali», rigorosamente con l’articolo davanti, è molto di più di un meccanico di bici, è un vero maestro artigiano, innamorato del suo mestiere e della città in cui è nato. Un campione non solo nel costruire a mano telai per biciclette da corsa ma anche un uomo appassionato e curioso che dopo aver passato 40 anni in tuta blu nella sua storica bottega di via Agilulfo, ora, da vero fuoriclasse, dà un colpo di pedale e punta a un altro traguardo. L’11 novembre inaugura la sua nuova «casa» in via Nicola Palmieri 25, sempre allo Stadera, un’avventura che Giuseppe Drali, «il Beppino», Cavaliere del Lavoro a 84 anni, condivide con Alessandro, il suo giovane aiutante, e tre soci, «abbiamo avuto la fortuna di trovare quello che cercavamo a due passi dalla vecchia bottega» dice subito Andrea: «Qui c’è lo spazio per unire le due attività, l’officina meccanica e il negozio. Ora su un telaio originale Drali si potranno mettere anche i componenti più moderni».

di LIVIA GROSSI, CORRIERE DELLA SERA