Danilo

Impossibile definire il ciclismo in una sola parola. Per me è uno strano meccanismo che mi fa trarre piacere dalla fatica, è velocità, agonismo ma anche la felicità di percorrere tanti km, arrivare in cima e guardare il panorama soddisfatto!
Conosco Drali da quando ero bambino, il suo negozio era di fronte a casa mia ed era il ciclista preferito da mio padre. È stato lui a costruire le mie prime bici da corsa, dai 10 anni in poi.
Tutti questi anni di storia, la mia e quella del marchio, fanno si che

 

DRALI SIA UNA SICUREZZA, SINONIMO
DI CICLISMO E COLLEGAMENTO TRA
QUELLO EROICO, DI
UNA VOLTA, E QUELLO
DI OGGI. SEMPRE
EPICO, MA PIÙ
TECNOLOGICO.

 

Credo che la

Darsena

sia una Pokerissima 2.0, rappresenta l’evoluzione e la rinascita di un marchio glorioso. Elegante, sinuosa e aggressiva al tempo stesso.
Le trasferte internazionali, con tutto il gruppo al completo, sono stati i momenti più belli perché è lì che emergono i valori di questo brand e ciò che rappresenta il ciclismo per tutti noi: fatica, competizione ma soprattutto voglia di stare insieme. La Red Hook Milano 2018 è stata indimenticabile.
C’eravamo proprio tutti, incluso Drali in persona!

Danilo Borroni
crosscross-circle